QUANDO UN UOMO PUO’ DISTRUGGERE LA TERRA CON LA SUA VOLONTA’

Postato il Aggiornato il

QUANDO UN UOMO PUO’ DISTRUGGERE LA TERRA CON LA SUA VOLONTA’

397332_342667265752260_1443945263_nE’ interessante che nel terremoto del 29 maggio 2012, il comune modenese più colpito si chiamava “Concordia“.
Oggi, nel terremoto del 24 Agosto 2016 il paese più colpito in provincia di Rieti sia “Amatrice“.
 Un caso, un beffa del destino che indica che avvenne un terremoto perchè “non vi era concordia fra gli umani”?
 E in provincia di Rieti, non potrebbe sembrare che la Terra non è sufficientemente un “amatrice“, capace di amare?
Questi nomi, sono scelti a caso? o indicano qualcosa?
e se fossero indizi spirituali?
R. Steiner (Dornach, 9 novembre 1919) dice che se si vogliono trovare le cause di molti eventi catastrofici, le si devono cercare entro la volontà umana.
Ogni uomo possiede un “centro di gravità” volitivo nel plesso solare,sotto il diaframma, il quale è collegato con una sfera sotterranea della terra.
Vi sono quindi miliardi di “centri di gravità” umani sulla crosta terrestre, collegati da un “filo” volitivo con le profondità della terra.
Solitamente questo “centro volitivo” è ordinariamente usato per scopi legittimi: per regolare ed attuare i processi metabolici nel corpo umano: digestione, assimilazione, ricambio, riproduzione.
Si tratta di forze distruttive e costruttive che trasformano le sostanze nell’oragnismo.
Ma se ci si addestra, si può divenire capaci di usare queste forze non solo per il metabolismo, per distruggere e metamorfosare sostanze: si possono usare contro altri uomini, per far loro del male, per poterli prendere sotto il proprio dominio.
Questa attività illegittima si chiama “magia nera”.
Non occorre pensare però che per fare “magia nera” occorra essere dei maghi consapevoli: si possono compiere atti magici neri anche se si è normali umani.
Mentire, pensare negativamente e augurare malessere ad altri, è divenire “centro di gravità” nera, quindi andare a dirigere forze distruttive metaboliche verso altri umani.
Ogni volta pensiamo male o diciamo menzogne, qualcosa nel sottosuolo viene “toccato”, smosso: forze occulte si agitano nel sottosuolo e prendono due direzioni: verso l’individuo che odiamo e verso la terra stessa.
Penasndo male, mentendo, non facciamo solo male ad un umano: al contempo “distruggiamo” una parte delle fondamenta della terra.
E presto o tardi, quella parte del sottosuolo che abbiamo distrutto, cede, e può causare crolli (terremoti) o tempeste aere, nubifragi.
Sapere queste conoscenze occulte può aiutare a divenire piu consapevoli.
Tiziano Bellucci
Annunci

13 pensieri riguardo “QUANDO UN UOMO PUO’ DISTRUGGERE LA TERRA CON LA SUA VOLONTA’

    egilllarosabianca Kartine ha detto:
    24/08/2016 alle 11:28 pm

    Però luoghi con questi nomi dovrebbero essere stati “magati” di proposito oppure si tratta di un’attrazione verso la parola positiva ?

    maria pia prati ha detto:
    25/08/2016 alle 6:47 am

    Ci sono zone in Italia e nel mondo considerate a grande rischio sismico. Che significa questo? Che in quelle zone si sono concentrate volontà negative? Considerando questa relazione tra volontà morale dell’uomo e cataclismi, faccio fatica a immaginare che la forza distruttrice si scateni sempre negli stessi posti, quelli a rischio sismico appunto, cioè perchè propriò in questi posti si scatenano queste forze? Mica saranno più “cattivi” (o al contrario più buoni forse) gli abitanti di quei paesi. Qual’è la relazione, dato che il caso non esiste?

      unicornos ha risposto:
      25/08/2016 alle 11:18 am

      Certamente le cause di un terremoto non sono da imputare ai residenti di un luogo terremotato.
      “Come” de “dove” accade un terremoto, è qualcosa che non può essere deciso da volontà umana cosciente.
      Si potrebbe dire accade che nell’aldilà si sviluppa, si accumula una grande quantità di odio o di disagio (proveniente da morti di massa, di defunti che trapassano nel mondo spirituale per morti di guerre o violenze) e queste “forze” negative vengono catturate da entità superiori all’uomo (esseri della sfera dei demoni) che riescono a veicolare questa forza sulla superficie della terra.
      Ci sono sicuramente zone terrestri più propizie a esprimere l’azione di queste entità. Le cosidette “zone sismiche”.

      Ma a volte non sempre si tratta di zone a rischio tellurico.
      Quindi la volontà umana agisce qui in forma indiretta. Crea la forza, ma essa viene direzionata da altre entità subumane.

        adele ha detto:
        26/08/2016 alle 8:55 am

        Sacra realtà e verità! Tutto si incastra. Grazie!

    Vincenzi Donatella ha detto:
    25/08/2016 alle 8:52 am

    Sento la responsabilità personale, non conosco gli studi di Steiner , ho letto degli articoli nella sua pagina ed alcuni non li ho neppure capiti…….ma sento vere queste affermazioni. Oltre a migliorarsi come individui, che non è cosa da poco, secondo lei potrebbe essere di aiuto ogni tanto raccogliersi immaginando un mondo migliore?

      unicornos ha risposto:
      25/08/2016 alle 11:12 am

      E’ fondamentale dedicarsi quotidianamente a meditare con pensieri positivi.
      La preghiera può essere solo in questo modo.
      Meditare ci permette di conoscerci, quindi di spingerci a lavorare su di noi.
      Per cambiare il mondo occorre cominciare a lavorare su di sè, a migliorare se stessi.
      Siccome siamo parte del mondo, se cambiamo noi, cambia anche il mondo.
      Sembra surreale, invece è la cosa più logica.
      Se una goccia d’acqua dentro ad un recipiente diventa “salata”, diffonde il suo essere salato all’ambiente.
      E tutto intorno cambia.
      Tiziano Bellucci

    cico vannu ha detto:
    25/08/2016 alle 1:24 pm

    grazie ❤

    Cristina Gatti ha detto:
    25/08/2016 alle 3:26 pm

    Molto bello… io però vorrei sapere a proposito di magia nera consapevole e non come ci si difende se si è toccati da negatività?

      unicornos ha risposto:
      25/08/2016 alle 3:32 pm

      La magia nera è la seguente pratica: un uomo che si senta spinto o venga esortato a sopprimere la vita in modo del tutto cosciente, e faccia di tutto per arrecare nell’uccidere il maggior dolore possibile è predisposto a diventare un mago nero.
      Chi sente una certa soddisfazione sadica nel provocare dolore, chi ferisce o taglia e uccide un essere vivente per godere nel vederlo morire nella sofferenza inflitta, è un mago nero.
      Lei deve far fronte a questo?
      Perchè se non si tratta di questo, lei può stare tranquilla, e proteggersi con preghiere tradizionali. Purchè vengano fatte ogni giorno, immaginando che un “uovo” dorato avvolga e protegga.

        Cristina Gatti ha detto:
        25/08/2016 alle 5:06 pm

        Grazie. Credo purtroppi che alcuni presupposti di freddezza di spietatezza e di mancanza di empatia ci siano. Certo nessuno va a raccontare pubblicamente di godere nell infliggere la morte. Comunque ho già scelto di stare lontano da certe persone. Grazie per la risposta

    Cristina Gatti ha detto:
    25/08/2016 alle 3:31 pm
    Daniela ha detto:
    25/08/2016 alle 6:26 pm

    Un dubbio mi sovviene , una domanda voglio porvi: nel 2012 , il terremoto avvenne più o meno alla solita ora di questo , dalle 3 alle 4 di notte, può voler dire qualcosa??

      adele ha detto:
      26/08/2016 alle 9:00 am

      Salve Daniela, credo che Tiziano l’abbia risposto, ad ogni modo leggendo il suo commento hà pensato subito a questo termine,secondo me tutto e collegato, per cui tutto si incastra. Saluti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...