SuonoTerapia: Portale “Accordatura planetaria”

Click sull’immagine per accedere al Portale suonoterapia “Accordatura planetaria”

accordatura-maniSCORDARSI” o dimenticarsi: “ACCORDARSI” e ricordarsi

Da vario tempo mi occupo di indagare la natura del suono e della musica come vibrazione. Avendo esercitato per 15 anni la professione di ingegnere del suono ho avuto modo di specializzarmi e convivere il mistero del suono in modo profondo. Inoltre la passione e lo studio per la musica, mi ha permesso di formarmi come chitarrista e pianista, acquisendo la capacità di comporre melodie e armonie inedite.

In questi anni una sempre maggiore e crescente convinzione, mi ha portato a pensare che tramite il suono sia possibile creare nel futuro un sistema alternativo di risanamento, che potrà stupirci per la sua efficacia.

Ciò che vorrei proporre è dirti che non si tratta di una “cura” o di una “terapia”: essendo queste, riservate solamente a chi pratica l’arte medica e quindi abbia una laurea in medicina. Lungi da me quindi l’idea di voler fare il “dottore”.

Da come potrai leggere nello scritto seguente, si tratta di stimolare un processo di riarmonizzazione o riequilibrio latente nell’individuo tramite il suono.

Sono sempre più sicuro che se vi è in atto una patologia –della quale si abbia l’esatta diagnosi data da un medico- ascoltare per alcuni giorni determinare armonie musicali, in completo relax, svuotando la coscienza, e compenetrandosi della vibrazioni interiori e emozioni suscitate dal brano musicale vada a stimolare forze di benessere dell’anima e del corpo.

Non si tratta di musicoterapia. Le “formule” delle scale non agiscono sulla psiche, ma in merito al potere della vibrazione si indirizzano a far affiorare determinate “memorie” che sono presenti entro gli organi vitali. Più avanti è indicato come e cosa sono tali “memorie perdute o dimenticate”.

Oltre a creare un veicolo per le connessioni dimenticate è importante provocare nell’anima la gradevole e terapeutica sensazione di essere in qualche modo “ascoltata”: più che ascoltare da soli è importante la presenza di un operatore o di una persona che presenzi i momenti di ascolto.

 

Qui puoi vedere un mio video di presentazione:

 

e il link al sito: https://accordaturaplanetaria.wordpress.com/laccordatura-planetaria-il-suono-tra-le-mani/

A seguito di approfonditi studi di antroposofia, ho raggiunto la consapevolezza che esiste un legame fra le parti del corpo umano e le “parti” dell’universo: ogni organo è “intonato” con un pianeta del sistema solare.

Quando l’anima discende verso una nuova incarnazione fisica, avvengono due processi. Da un lato essa accoglie –traendole da ogni pianeta- i germi per la configurazione sana di ognuno dei suoi futuri organi fisici. Al contempo – in ogni sfera planetaria-, assume un impegno: di elevare e operare per lo sviluppo morale del suo essere, accordandosi di sottoporsi a determinate prove con altre anime che poi andrà ad incontrare una volta sulla terra.

Ad ogni “gradino” di discesa, penetrando in una data sfera o mondo planetario si assumono dunque le forze di strutturazione per l’organismo futuro, insieme ad una annotazione, “una scrittura” che viene effettuata sul libro dell’anima, o “destino”.

Cosa accade se l’anima svia dal suo cammino, o si “dimentica” o si “scorda” degli accordi, degli impegni di destino presi? In italiano “scordare” ha due significati: dimenticare e “stonare l’intonazione”. L’anima di “scorda” gli impegni presi, perdendo l’intonazione con le sue guide planetarie nel cosmo: così da entrare in una “disarmonia”. E questa si riversa sulla costituzione dell’organo, portandola entro una determinata malattia. Di fatto, ogni patologia che si presenta è al contempo una “dimenticanza” che è causa di stonatura fra il corpo e il suo Archetipo nel cosmo.

Un problema musicale di memoria spirituale e di “dissonanza”.

Dopo anni di studio, sono arrivato a sperimentare che esistono sette “musiche” in grado di ristabilire, di fare riemergere il ricordo della predeterminazione karmica per re-allineare le “discordanze” che il singolo uomo presenta.

Si tratta di un nuovo metodo di “riequilibrio” attraverso l’uso di delle sette armonie planetarie; chiamate anche scale modali greche.

Di esse troviamo in Socrate e Pitagora citazioni sul come usarle per la cura di particolari disarmonie.

 

Tiziano Bellucci

—————————————

 

Sito della scuola di Arteterapia del Colore Stella Maris di Bologna

paesagg.-dellanima-n°271
Click per collegarsi al sito della scuola

L’arteterapeuta del colore formatosi alla scuola Stella Maris, dispone di una metodologia ordinata in fasi secondo un criterio oggettivo che si confronta continuamente con la soggettività del percorso individuale del paziente.

L’arteterapeuta collabora strettamente con il medico o lo psicoterapeuta del paziente sensibile all’arteterapia, in tutte le fasi predisposte, e in tale confronto vengono sinergizzate le forze terapeutiche al servizio del paziente.

Il paziente viene così invitato ad immergersi nelle profondità, nell’oscurità della caverna della sua anima, del suo mondo interiore, guidato dalla luce della coscienza, per effettuare una metamorfosi capace di dare luogo ad una creazione.

Il percorso è volto ad elevare l’attività animica, slegandola dalle fugaci impressioni dei sensi e dal ciclico alternarsi di simpatia ed antipatia per ricongiungersi con quelle verità morali che albergano nel colore e nel mondo circostante come leggi, compiendo un cammino verso l’Io superiore.

Il corso di formazione presso la scuola Stella Maris prepara adeguatamente gli allievi attraverso un percorso di autoeducazione al fecondo rapporto con  medici e psicoterapeuti.

http://www.associazionestellamaris.it/

Lato_D 2

 

http://www.associazionestellamaris.it/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...