Arte

L’essenza della musica è la vita del cosmo

Postato il Aggiornato il

La musica è suscitatrice nell’anima dell’uomo, di sentimenti ed emozioni. Non trasmette sentimenti, come si può essere tentati di credere, ma semplicemente fa emergere, sollevare dal profondo dell’anima emozioni.

Tali emozioni non sono solo emozioni, fremiti di sentimenti derivanti da istintive ed automatiche reazioni: sono in realtà ciò che resta di antichi ricordi cosmici perduti, sepolti nell’anima umana, reminescenze di tempi in cui l’uomo viveva in altri stati di coscienza in altri mondi, in compagnia di esseri di quei mondi.

L’essenza musicale altro non fa che resuscitare quelle esperienze e quelle immaginazioni cosmico-umane. La musica appare grazie all’anima umana: si trasferisce da un mondo senza forme, per prendere forma dentro l’anima umana.

La musica è sentimento cosmico che si fa carne, e tramite il sentimento umano si presenta nel mondo. Essa proviene dall’eternità; lì non vi sono sequenze singole distaccate, ma solo armonie simultanee. Accordi cosmici: unificazione di volontà spirituali in un’unica armonia. La vita nel mondo spirituale la si potrebbe immaginare come se, in una fusione delle anime dei suoi abitanti, tali esseri vibrassero all’unisono in un unico accordo musicale, che riunisca tutti insieme in un istante perenne, eterno. La parola cosmica, il Logos s’incarna ogni volta che l’uomo fa musica. Per apparire deve però entrare nel dominio del tempo. La volontà della natura e degli astri, srotolandosi nel ritmo del cuore umano.

 Tiziano Bellucci

Il significato della malattia

Postato il Aggiornato il

“Una malattia non viene perchè “deve” colpire un uomo, ma perchè prima qualche cosa non era in ordine. Così la guerra non è inviata all’umanità dal mondo spirituale per amore della guerra, ma perchè quello che c’era prima non era in ordine. Non è la guerra quello che è abnorme: proprio come la malattia viene (il processo morboso c’è appunto per questo) per compensare qualcosa che nell’organismo non è in ordine, così è anche per la guerra.”

RUDOLF STEINER

555479_2335842570981_1168846058_n

La malattia si presenta soltanto se vi è possibilità di guarigione; è sempre una prova, ma una prova che se superata, porta alla guarigione. La malattia viene perché vuole spronare l’uomo alla guarigione, tramite il cammino e il lavorio che egli attua nel corso della patologia. La malattia porta in sè, già prevista, la sua guarigione: di per sé non vorrebbe mai portare alla morte. Questa sopravviene non quale conseguenza del processo di malattia, ma soltanto perché non vi sono nell’uomo le forze capaci di migliorare se stesso, quale anima in evoluzione. Subentra la guarigione quando un uomo, in relazione al suo karma complessivo, mediante il superamento della malattia si appropria di forze che lo aiuteranno a progredire come anima migliore ed innalzata, nel piano fisico.
Quando una malattia diventa cronica, significa che l’uomo si muove in un circolo chiuso.

Cliccare sotto sul banner per leggere molteplici articoli in tema, sul BLOG Unicornos :

Le Figlie dell’Antroposofia

Postato il Aggiornato il

Musica, Pittura, Architettura, Teatro, Scultura, Euritmia, Poesia, Detti, aforismi, massime, mantram

Girl in a Basin 1845

Tutto finirà sulla terra: tranne l’arte

Ci sarà un giorno in cui la terra scomparirà, smetterà di essere il pianeta che è ora. Si dissolverà.
Piano piano essa si “contrarrà”, si rimpicciolerà contraendosi in un punto, sino a scomparire.

Cosa ne sarà di tutte le opere umane? Delle grandi opere artistiche, scientifiche, tecnologiche?

In realtà man mano che la terra scomparirà una parte spirituale di essa “ricomparirà” attorno ad essa, come “cielo”: e cosa sarà questa parte spirituale?
Si tratta di tutti gli impulsi, di tutte le idee, di tute le creazioni che sono state ideate dall’uomo.

La creatività umana sarà il futuro cielo di domani, la zona stellare da dove partiranno le forze di creazione per un nuovo mondo. Si può dire che ciò che l’uomo ha creato, andrà perduto come forma fisica, ma si metamorfoserà in un mondo fatto d’arte. La sostanza del mondo futuro, dove soggiorneranno nuovi esseri, sarà sostanza d’arte creativa umana.

Tutto finirà sulla terra: tranne l’arte.

liccare sotto sul banner per leggere molteplici articoli in tema, sul BLOG Unicornos :

http://unicornos.forumattivo.com/f55-le-figlie-dell-antroposofia