SCUOLA DI MUSICA E D’ARTE. CORSI

10314546_10203794752303353_5590699758095609709_nSCUOLA DI MUSICA E D’ARTE. CORSI

Ben ritrovati! Volevo informarvi che un nuovo anno scolastico sta per iniziare e sono felice di condividere con voi la proposta di un altro corso musicale…in cui la creatività ci accompagnerà, tra tanti suoni e nuove musiche.

Ricominciano i Corsi di Musica 2016/17  di Tiziano Bellucci, presso Polisportiva Pontelungo, VIA AGUCCHI 121/12 – Bologna.  Ripartono i corsi di musica di chitarra, tastiere e canto e quest’anno anche di ROCK BAND e di BATTERIA della “Bottega delle 8 arti” per bambini e adulti.

Per  programmare e assicurare un orario per le lezioni future  che possa essere per  te il più favorevole,  ti consiglio  di contattarmi al più presto al 348 0659827

Nella bellezza di ritrovarvi numerosi, vi saluto con una cascata di colori sonori… a prestissimo!

 

Tiziano Bellucci

Scuola di musica NOTE ROSA A4 volantino_1

Abbiamo inoltre pensato in questo 2016-2017 di proporre un vasto programma di studio e di lavoro su di sè:

– Da settembre 2016 a Giugno 2017: IMPARARE A MEDITARE. L’auto cura.

– Da settembre 2016 a Giugno 2017: CANTARE IN ARMONIA. Coro e musica

STUDI SUI TESTI di R. Steiner:

– Da settembre a dicembre 2016: DA GESU’ A CRISTO

– Da Gennaio a Marzo 2017: GERARCHIE SPIRITUALI

– Da Marzo a Giugno 2017: Considerazioni Esoteriche su Nessi Karmici – Vol. 1

Flyer corsi vari

Vari corsi A3

presso Polisportiva Pontelungo

VIA AGUCCHI 121/12 – Bologna

tel: 348 065 98 27


PER Ricominciano i Corsi di Musica 2016/17  di Tiziano Bellucci BAMBINI  7 –11 anni

e RAGAZZI 12 –16 anni e ADULTI

                                               Scuola di Musica e d’Arte

                                                                                   Chitarra, basso, pianoforte, batteria e canto

lezioni individuali e di gruppo

“La musica è l’arte di pensare con i suoni.”

a cura del Prof. Tiziano Bellucci

 

Per informazioni:    presso

via Agucchi 121/12 – Bologna

tel:  348 0659827

unicornos@hotmail.it

 

 

Corsi di musica 2015

 

 

Musica Pontelungo 2015-16 ROCK bimbo

 

Incontri di Canto corale

Laboratorio a cura di Tiziano Bellucci

IMG-20150714-WA0001

Cantare in coro significa avere l’esperienza della vita di gruppo, di un organismo sociale. E’ fare musica nuotando nel ritmo e nell’armonia degli altri. Condividere la propria voce in armonia con quella degli altri, significa creare collaborazione e cooperazione: e insieme portare equilibrio nella nostra interiorità.

L’uso cosciente della voce, la lettura della scrittura musicale, la conoscenza delle leggi dell’armonia aiuta ad entrare nella parte più intima del proprio mondo interiore.

Non occorrono specifiche competenze musicali ma solo voler vivere una emozionante esperienza artistica e sociale.

Il repertorio tocca tutti i generi musicali: dal classico alla musica contemporanea. Gli incontri sono serali, rivolti agli adulti, una volta alla settimana (il lunedì o venerdì)

Presso “Bottega delle 8 arti” presso circolo Pontelungo

Via Agucchi 121, Bologna

Per info: 348 065 98 27

 

L’indirizzo della scuola d’Arte “la Bottega delle 8 Arti” trae ispirazione dalla concezione del scienziato e ricercatore Rudolf Steiner. Secondo tale pensiero, la conoscenza e le esperienze quotidiane che fa l’uomo nel mondo, possono essere benefiche, reali ed autentiche soltanto se concepite attraverso un pensiero capace di compenetrarle a mezzo di un’unificazione fra arte, scienza e spiritualità.

L’insegnamento deve essere quindi il più possibile praticato in maniera vivente e olistico, con l’ausilio di parole, immagini, colori e suoni che richiamino legami con realtà universali. Il bambino e l’adulto deve essere in grado di sperimentare un elemento di unitarietà fra il suo mondo interiore e il mondo della natura. L’arte deve essere il ponte che lo collega fra materialità scientifica e spiritualità.

 

La Musica

 

La materia è suono congelato: si può dire che il mondo fisico è musica condensata. Da tale suono primordiale vengono formati sia interi sistemi galattici che il più piccolo degli esseri viventi; le forme permangono in se in virtù di forze che vengono chiamate eteriche: le quali null’altro sono se non elementi sonori, regolati da matematiche. La musica terrestre è solo una debole eco o pallido riflesso delle azioni musicali della divinità.

La “musica delle sfere” di cui ci parlano gli antichi –e fra questi il grande Pitagora- è solo un’espressione astratta che cela in sè la potentissima azione di Entità spirituali superiori, le quali stanno nei confronti dell’uomo, nello stesso ordine e grado di coscienza ch’egli stesso ha con i vari regni della natura a lui inferiori: quelle che le tradizioni religiose chiamano:”Le Gerarchie celesti.”

In realtà le leggi che definiamo astratte e impersonali come leggi della meccanica, della fisica a noi note, sono solo l’estrema manifestazione sensibile della Loro attività tradotta in ordini e relazioni numeriche. I rapporti, i ritmi e le proporzioni matematiche sono dalle entità spirituali espresse in musica, la quale ha un potere conformante. A ogni vibrazione sonora corrisponde una ben precisa forma. Come è possibile vedere dagli esperimenti di Chladni. Egli mettendo una polvere finissima sopra ad un disco sottile, ponendolo poi in vibrazione, a seconda della vibrazione stimolata osservò che si andava a configurare una forma corrispondente.

“Nelle antiche scuole dei misteri la Conoscenza spirituale chiaroveggente era anche chiamata Conoscenza musicale: l’uomo un tempo vedeva e sentiva veggentemente i Suoni, quali espressioni di entità divine,che usavano la musica per creare.

La parte spirituale di tale Elemento Creatore, chiamato anche Logos, è andata perduta causa l’ottusita conferita dall’acquisizione della coscienza fisica, con il passare del tempo; quale residuo del mondo spirituale l’uomo collegò e generò la parola e il linguaggio; poi realizzò nel fisico degli strumenti musicali che sostituirono le immaginazioni o entità che prima percepiva per veggenza istintiva.

L’uomo cominciò a sentire il bisogno di suonare quando perse la facoltà chiaroveggente di vedere e sperimentare consapevolmente gli Dei del suono: ciò che ora chiamiamo “note musicali” un tempo erano entità viventi, che esistevano in mezzo agli uomini. Nell’antichità, quando l’uomo assunse un corpo fisico sulla terra, esso non suonava ancora: non ne aveva necessità, perchè non servivano surrogati che simulassero realtà perdute, essendo tali realtà percepibile ancora direttamente, per chiaroveggenza istintiva.


Un pensiero riguardo “SCUOLA DI MUSICA E D’ARTE. CORSI

    Corsi di Musica 2014-2015 ha detto:
    31/08/2014 alle 11:07 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...